Ladda ned

Avstånd

11,99 km

Höjdökning

722 m

Svårighetsnivå

Medel

Höjdsänkning

722 m

Max höjd

2 086 m

Trailrank

31

Min höjd

1 387 m

Trail type

Slinga
  • Bild av Paziè de Parù - L.pian del Conte - L. d'Ajal - becco d'Ajal - L.Federa - Rif.Palmieri [CAI 424, 430, 431 e 434]
  • Bild av Paziè de Parù - L.pian del Conte - L. d'Ajal - becco d'Ajal - L.Federa - Rif.Palmieri [CAI 424, 430, 431 e 434]
  • Bild av Paziè de Parù - L.pian del Conte - L. d'Ajal - becco d'Ajal - L.Federa - Rif.Palmieri [CAI 424, 430, 431 e 434]
  • Bild av Paziè de Parù - L.pian del Conte - L. d'Ajal - becco d'Ajal - L.Federa - Rif.Palmieri [CAI 424, 430, 431 e 434]
  • Bild av Paziè de Parù - L.pian del Conte - L. d'Ajal - becco d'Ajal - L.Federa - Rif.Palmieri [CAI 424, 430, 431 e 434]

Rörlig tid

3 timmar 26 minuter

Tid

5 timmar 37 minuter

Koordinater

2162

Uppladdad

11 augusti 2021

Registrerad

augusti 2021
Dela
-
-
2 086 m
1 387 m
11,99 km

Visad 21 gånger, laddats ned 0 gånger

i närheten av Pocol, Veneto (Italia)

Si parte dal piccolo parcheggio in località Paziè de Parù, prima dell'omonima malga, e si prende subito il sentiero 424 (che poi diventa 430) in direzione Pian del Conte, dove si trova un piccolo lago con relativa diga e centrale idroelettrica. Si prosegue poi fino al lago d'Ajal e al suo rifugio, dove si imbocca il sentiero 431 che inizia subito salendo abbastanza ripido.

Il percorso, che fino a qui era praticamente in piano, diventa una lunga salita fino al lago Federa, sempre abbastanza costante e faticoso, con alcuni punti davvero ripidi in prossimità del Becco d'Ajal. Ci sono solo un paio di punti in cui la pendenza si appiana per un breve tratto: il Cason del Macaron e la parte di sentiero subito dopo il Becco d'Ajal.

Giunti al lago Federa e all'affollato Rifugio Palmieri (o Croda da Lago) per una sosta, si prende il sentiero 434 che inizia pianeggiante per poi diventare una lunga serie di ripidi tornanti fino al Cason de Formin.
Da qui la discesa diventa ancora più ripida e faticosa, lungo una larga strada con fondo ghiaioso che mette a dura prova le ginocchia per diversi chilometri, praticamente fino all'arrivo. In alcuni tratti di discesa è consigliabile camminare a zig zag per spalmare meglio il dislivello e per evitare di scivolare.

Il percorso in generale è molto bello ma non adatto a tutti, sia per alcuni tratti di fondo abbastanza tecnico (anche se mai pericoloso o esposto) sia per la discesa finale che è da evitare assolutamente per chi ha problemi alle ginocchia.
L'impegno fisico è non trascurabile, ma ne vale la pena.

Sono presenti tre punti acqua lungo il percorso, in posizioni abbastanza comode: al Cason de Macaron, al rifugio Palmieri e al Cason de Formin.

Kommentarer

    Du kan eller den här leden