Ladda ned

Avstånd

16,21 km

Höjdökning

1 760 m

Svårighetsnivå

Svår

Höjdsänkning

1 760 m

Max höjd

1 794 m

Trailrank

61

Min höjd

548 m

Trail type

Slinga

Tid

9 timmar 57 minuter

Koordinater

6971

Uppladdad

31 augusti 2021

Registrerad

augusti 2021
Var den första som applåderar
Dela
-
-
1 794 m
548 m
16,21 km

Visad 79 gånger, laddats ned 1 gånger

i närheten av Sala, Campania (Italia)

Escursione “mirata” alla risalita del Canalone dell’Ogliara con l’avvicinamento più semplice possibile.
Chi cerca una versione più tecnica dall’inizio alla fine può far riferimento all’itinerario → Monti Picentini: Monte Terminio per il Vallone del Balordo e il Canalone dell’Ogliara – rientro per il Vallone Matrunolo.
Organizzandosi con doppia auto, l’escursione di oggi si può chiudere a Campolaspierto risparmiando un bel po’ di tempo.
Per quanto riguarda i tempi di percorrenza del Canalone dell’Ogliara, variano molto a seconda dello “stile di passaggio” dei punti più tecnici: se si passa senza alcuna assicurazione si va veloci, mentre un piccolo gruppetto che sale sempre in sicurezza sarà molto più lento.
Noi oggi abbiamo scelto la seconda, che è la migliore quando c’è tanto tempo a disposizione per le giornate lunghe e il meteo sicuro.

Avvicinamento all’imbocco del Canalone dell’Ogliara
L’avvicinamento di oggi segue il notissimo percorso (un po’ interpretabile con qualche variante) che porta alla Grotta-Santuario del Santissimo Salvatore.
Arrivati all’immissione sulla stradetta che si incrocia a pochi metri dal Santuario (che sta verso destra) si svolta a sinistra e, dopo circa 80 metri lineari, si individua sulla destra l’attacco del sentierino che porta al Valico dell’Immenso o Varco della Colla.
All’attacco ci sono un paio di segni rossi, e i primi 4/5 metri sono di fatto una spaccatura gradinata sulle basse rocce a fianco della stradetta.
Subito dopo la spaccatura gradinata emerge l’impronta a terra di un vero sentierino con pochi sbiaditissimi segni rossi.
Se la ricrescita stagionale del verde non è ai massimi livelli il sentierino si vede e si segue bene, altrimenti serve un minimo di attenzione.
Dopo la prima serie di corti zig-zag si va per traversi più lunghi con vari cambiamenti di direzione tra nord, est e sud, e tendenza generale nord-est.
Alla fine di un tratto verso nord-est, subito dopo un breve ripido in salita con tornantini, si arriva a una spianata in sottobosco dove l’impronta del sentiero svanisce per qualche metro come in tutti i punti a passaggio non obbligato.
Il sentiero normale per il Valico dell’Immenso continua alla stessa quota in direzione nord dietro la costa arrotondata del pendio alla fine della spianata.
Invece il sentiero verso il Canalone dell’Ogliara continua anch’esso inizialmente verso nord, ma più basso di quota di circa 10/15 metri.
Purtroppo, la diramazione tra i due sentieri non si vede proprio, ma il camminamento di quello per l’Ogliara (dopo il ritrovo) è evidente: per ritrovarlo basta eseguire un breve arco con iniziale direzione sud, oppure tagliare diritti giù per il pendio verso est.
Sono spazi brevi, perché i due sentieri (anche se non si vedono l’uno dall’altro) all’inizio sono separati da non più di 20 metri.
Imboccato il sentiero giusto, dopo meno di 150 metri lineari c’è l’unica discontinuità di livello: bisogna scendere per una decina di metri dentro un canaletto terroso e poi la traccia riprende evidente dall’altro lato.
Ora basta seguire le impronte di sentiero a terra, si passa a fianco di un pulpito panoramico (oggi la nebbiolina del mattino ha impedito le viste), si attraversa il Canalone dell’Immenso (vedi itinerario → Monti Picentini: discesa diretta dal Valico dell'Immenso al Vallone Matrunolo per il Canalone dell'Immenso sul Monte Terminio), si attraversa un altro canale secondario e si arriva finalmente nell’impluvio del Canalone dell’Ogliara.
Dunque, questo avvicinamento è tutto per “sentieri camminabili”, a tratti esili, a tratti con l’impronta un po’ nascosta dalla ricrescita del verde nella bella stagione, ma dove si usano solo i piedi e non le mani.
Anche in questo avvicinamento le linee registrate dal GPS non sono affidabilissime in più punti vista la vicinanza di alte pareti che creano rimbalzi di segnale: l’importante è trovare l’imbocco.

Risalita del Canalone dell’Ogliara fino ai prati sommitali del Monte Terminio
Ovviamente, il percorso è obbligato e la registrazione GPS è molto poco affidabile e assolutamente inutile per la progressione.
Sono più di 400 metri di dislivello dal punto di ingresso che sta appena sopra un gran salto non praticabile, e pochi metri sotto la traccia che arriva (dall’altro lato) dal Vallone del Balordo.
L’inizio è tranquillo tra i massi dove si può procedere bastoncini alla mano per chi li usa.
Si arriva a un primo salto di roccia evitabile a sinistra senza difficoltà aiutandosi con qualche solido arbusto (meglio avere tutta l’attrezzatura dentro lo zaino per non impigliarsi).
Ancora avanti senza vere difficoltà in ambiente molto spettacolare fra strette e alte pareti rocciose fino a un altro salto non evitabile più o meno di II° grado (forse un po’ più).
Sulla destra la roccia presenta un intaglio/fessura (forse un 3 metri) con buone prese e che consente di salire in opposizione ad altri appoggi appena sulla sinistra: ci vuole attenzione ma progredendo per bene ci si sente stabili (qui abbiamo fatto la prima sicura di giornata).
Dopo il salto si arriva a fianco di un possibile punto di uscita verso il Valico dell’Immenso poco oltre i 1.400 metri di quota: difficile da individuare con la vegetazione estiva se già non si conosce (io ero già sceso dal Valico dell’Immenso nel Canalone dell’Ogliara durante un’escursione esplorativa).
Comunque, sulla sinistra c’è un breve canalino di terra e sfasciumi che fa salire sopra una cengia (poi sentiero esposto e poi ancora bella cengia) che, tornando indietro come direzione, porta su un fianco più che abbordabile (e con tracce di animali) che conduce al Valico dell’Immenso o in vari punti di uscita verso Costa Friddo.
Superato il punto di possibile uscita, si entra nel tratto a fondo più roccioso e spettacolare del Canalone dell’Ogliara.
Superata questa bella strettoia si arriva sotto una fascia rocciosa friabile che ostruisce completamente l’impluvio: non dico che non è superabile in assoluto, ma non è roba da fare con sicurezza accettabile.
Alla base verso destra si apre una specie di fosso che permette di uscire verso il bosco del fianco del canalone: dopo pochi metri diventa molto ripido e A TRATTI INSTABILE CON ESPOSIZIONE, ma si può fare – c’è qualche “arbusto marcio” ma ci sono più alberelli ben solidi da cui organizzare qualche assicurazione.
Saliti per un po’ (15-20 metri di dislivello?) si incrocia una traccia (immagino sempre di animali che … non vogliono arrampicare sul III° grado friabile) che riporta verso sinistra nel centro dell’impluvio: questa è un breve traverso esposto, ma si può anche salire di più fra gli alberi e rientrare poco sopra.
Oggi, in realtà, abbiamo trovato questa traccia ben stabilizzata, ma ad un mio precedente passaggio non era così: probabilmente, visto il tipo di fondo terroso, è un “passaggio variabile”.
Ora le difficoltà sono finite, e si sale fino alla fine su canale dai fianchi meno aspri e con migliore visibilità.
Di passaggio si supera una evidente deviazione verso sinistra per sentiero che va verso Costa Friddo e la deviazione verso destra che porterebbe verso la bella Cengia Alta del Vallone Càrpino che collega il Canalone dell’Ogliara al Canalone Grande del Monte Terminio (vedi → Monti Picentini: Cengia Alta del Vallone Càrpino traversando a sud-ovest il Monte Terminio dalla Croce di Campolaspierto).
******************************
Per concludere sul Canalone dell’Ogliara, a parte i passaggi principali che ho descritto, ci sono molti altri mini-passaggi di 3/4/5 passi dove uno o due richiedono “piede fermo” per non scivolare e subire qualche danno.
Non è un canalone alpinistico o particolarmente difficile, ma serve attenzione senza farsi distrarre troppo dalla bellezza delle pareti circostanti.
Una costante in questa stagione sono … i lamponi nel finale! 😊

Chiusura dell’escursione dall’uscita in testata del Canalone dell’Ogliara
Il Canalone dell’Ogliara esce proprio sui ben noti e frequentati prati sommitali del Monte Terminio, e a questo punto è “obbligatoria” la breve salita in vetta.
Per il rientro abbiamo fatto un breve passaggio alla Croce dell’anticima nord e poi, seguendo il segnatissimo Sentiero Italia, abbiamo preso la direzione del Valico dell’Immenso o Varco della Colla.
Qui il Sentiero Italia prosegue verso destra su iniziale stradetta, mentre a sinistra (dopo pochi metri confusi) c’è il sentierino che collega direttamente alla Grotta-Santuario del Santissimo Salvatore.
Dopo circa 250 metri in linea d’aria (circa 300 di camminata in saliscendi) c’è una possibile deviazione verso uno sperone panoramico (con ometto sul punto vetta) da cui c’è una delle migliori viste verso il Canalone dell’Ogliara.
Oggi non ci siamo andati perché … avevamo già la foto in archivio; vedi link → Foto al Canalone dell’Ogliara da pulpito panoramico).
Poi in breve si arriva a un tratto con qualche traccia parallela dove c’è un bivio poco chiaro con un sentiero che, verso destra, continua in aggiramento di Colla di Basso.
Tenendo la sinistra delle tracce multiple, si ritrova il sentiero unico che riporta alla spianata in sottobosco già vista all’andata dove inizia la deviazione che porta all’immissione nel Canalone dell’Ogliara.

******************************

Il dislivello reale dell’escursione è di circa 1.450 metri e non 1.760 come indicato nei dati di riepilogo Wikiloc.

******************************
Waypoint

01 - Parcheggio al km 5 della SP 574 del Monte Terminio

Waypoint

02 - Foto sulle stradette iniziali in direzione della Grotta Santuario del Santissimo Salvatore

Waypoint

03 - Arrivo sulla stradetta finale del Santissimo Salvatore

Waypoint

04 - Uscita dalla stradetta del Santissimo Salvatore per sentiero verso il Valico dell'Immenso

Waypoint

05 - Foto lungo il sentiero che collega il Santissimo Salvatore al Valico dell'Immenso

Waypoint

06 - Spianata in sottobosco con diramazione tra i sentieri verso il Valico dell'Immenso e verso il Canalone dell'Ogliara

Waypoint

07 - Breve discesa su canaletto terroso per cambio di livello del sentiero verso il Canalone dell'Ogliara

Waypoint

08 - Foto lungo il Sentiero Santissimo Salvatore - Ogliara

Waypoint

09 - Foto lungo il Sentiero Santissimo Salvatore - Ogliara

Waypoint

10 - Attraversamento del Canalone dell'Immenso lungo il Sentiero Santissimo Salvatore - Ogliara

Waypoint

11 - Foto lungo il Sentiero Santissimo Salvatore - Ogliara

Waypoint

12 - Punto di arrivo nell'impluvio del Canalone dell'Ogliara

Waypoint

13 - Salto roccioso aggirabile a sinistra tra gli arbusti salendo nel Canalone dell'Ogliara

Waypoint

14 - Foto salendo lungo il Canalone dell'Ogliara

Waypoint

15 - Punto di possibile uscita in salita a sinistra dal Canalone dell'Ogliara verso il Valico dell'Immenso

Waypoint

16 - Breve salto roccioso non aggirabile di II° grado o poco più lungo il Canalone dell'Ogliara

Waypoint

17 - Foto salendo lungo il Canalone dell'Ogliara

Waypoint

18 - Base salto roccioso friabile aggirabile a destra in salita lungo il Canalone dell'Ogliara

Waypoint

19 - Rientro definitivo nell'impluvio del Canalone dell'Ogliara

Waypoint

20 - Foto a inizio risalita dell'ultimo tratto del Canalone dell'Ogliara

Waypoint

21 - Foto salendo nell'ultimo tratto del Canalone dell'Ogliara

Waypoint

22 - Foto salendo nell'ultimo tratto del Canalone dell'Ogliara

Waypoint

23 - Testata del Canalone dell'Ogliara e uscita sui prati sommitali del Monte Terminio

Waypoint

24 - Vetta del Monte Terminio

Waypoint

25 - Punto foto nei pressi della vetta del Monte Terminio

Waypoint

26 - Croce dell'anticima nord del Monte Terminio

Waypoint

27 - Foto a Colla di Basso in discesa verso il Valico dell'Immenso o Varco della Colla

Waypoint

28 - Valico dell'Immenso o Varco della Colla

Waypoint

29 - Svolta poco evidente in discesa verso sinistra in direzione del Santissimo Salvatore

Waypoint

30 - Grotta Santuario del Santissimo Salvatore

Kommentarer

    Du kan eller den här leden