Tid  5 timmar 54 minuter

Koordinater 2457

Uploaded den 18 september 2019

Recorded september 2019

-
-
3 321 m
2 030 m
0
3,4
6,9
13,76 km

Visad 30 gånger, ladda ned 1 gånger

i närheten av Cheneil, Valle d’Aosta (Italia)

Escursione faticosa per il terreno di fini sfasciumi su cui si svolge, soprattutto nella parte alta, è estremamente panoramica.
La salita al Monte Roisetta viene considerata alpinistica solo per la quota oltre i 3000 metri. Dal punto di vista tecnico la salita è facile in quanto è tutta su sentiero e su tracce di sentiero senza punti esposti se non per la vetta.
La via indicata per la cima parte all'inizio del sentiero N.26 che si affianca al N.29. Ci si mantiene sul lato sinistro della bella conca, senza scendere a Cheneil, ma superando un paio di belle baite, per poi iniziare un lungo traverso ascendente fra i prati. Si arriva al torrente, che va attraversato per proseguire ora molto ripidamente sul lato destro, fra balze erbose. Si arriva così a inerpicarsi sul sentiero, che da questo punto diventa piuttosto ripido e a tratti scivoloso. Questo passaggio permette di accedere alla parte superiore del tracciato, dove si apre la bella conca pascoliva dell´Alpe Lezan, ma potrebbe essere anche pericoloso per la caduta di massi soprattutto se ci sono animali al pascolo. Noi invece abbiamo scelto di salire sul sentiero N.30 che da Cheneil porta al Col des Fontaines. Questo percorso è molto più dolce, meno pericoloso, anche se più lungo.
Lasciata l'auto al parcheggio (1980 m) ci si dirige verso destra seguendo le indicazioni per Cheneil, dopo aver attraversato su un ponticello il torrente che scende dai due Tournalin inizia il tratto ripido ma breve che porta al pianoro dove si trova il piccolo centro di Cheneil. (2105 m). All'uscita del villaggio, in direzione Sud, si trova la palina segnaletica e si imbocca il sentiero N° 30 che in breve porta fuori dal rado boschetto di larici e ontani, procedendo attraverso estesi pascoli. Si supera la deviazione per il santuario di Clavalité proseguendo sempre sull'ampio sentiero dell'Alta Via fino a quando, dopo aver attraversato il ruscello ed essere usciti dal vallone, si arriva al bivio segnalato con palina dal quale si stacca a sinistra il sentiero per il Grand Tournalin e a destra la deviazione per il Col de Nana. Si attraversano in piano i pascoli poi il sentiero comincia a salire con pendenza costante tagliando il fianco della becca Trecare. Si supera una roccia sulla quale sono dipinti i segnavia 29 e 30 e dopo un’ampia curva sulla sinistra che attraversa i pascoli più alti si arriva al bivio dove si continua a sinistra per il sentiero N. 29 per la Becca d’Aran e la Roisetta. Qui ho notato che non ci sono indicazioni. Continuando a sinistra per una breve salita tra rocce, poco dopo ci si trova in una caratteristica zona umida, la si attraversa per continuare a mezza costa sull’evidente traccia che in breve si congiunge col sentiero N. 26 e N. 29 descritto all’inizio. Sulla Sinistra si vede la conca erbosa dell’Alpe Lezan e del Paturage de L´aran (2650 m), sopra la quale si può ammirare la Becca d´Aran con il suo ripido pendio erboso, mentre a destra svetta il Gran Tournalin. Poco dopo una gola si lascia a sinistra il sentiero per la Becca d´Aran, si attraversa il pianoro proseguendo in direzione Est Nord-Est verso il Tournalin per costeggiare il torrente fino alla base del colle di fronte a lato di una bella costola rocciosa. Si risale il ripido pendio con qualche tornantino allontanandosi sempre più dal torrente, per raggiungere un pianoro detritico. La traccia continua a salire. La traccia, sempre segnata con tacche gialle e ometti, volge ora decisamente a sinistra e risale fino a raggiungere un ripiano dal quale la vista si apre sempre di più e con i Sigari di Bobba (2805 m) sulla sinistra e la sottostante Valtournenche, mentre di fronte a noi la cima a forma trapezoidale del Roisetta, con la sua croce a indicare la cima. Si prosegue sullo sfasciume seguendo la traccia evidente del sentiero fino alla base da cui si inizia l’ultima parte di salita, dopo un breve e modesto saliscendi si compie un traverso verso destra e con ancora qualche tornantino si perviene in cresta, dove basta procedere per una cinquantina di metri verso Nord-Ovest per raggiungere la vetta del Monte Roisetta, Punta Sud. (3334 m) Purtroppo di panorama ne abbiamo visto ben poco comunque in giornate limpide si può vedere a Nord Dent d’Herens, Dent Blanche, Cervino, Zinalrothorn e Weisshorn , a Nord-Est Breithorn, Polluce, Castore e Liskamm, a Sud-Est Corno Bianco, Testa Grigia , Corno Vitello, Monte Nery , a Sud Corno Bussola ,Gran Tournalin. Per il ritorno abbiamo compiuto lo stasso percorso dell’andata.
Waypoint

Alpe Lezan

Waypoint

Cheneil

Waypoint

La Roisetta (Punta Sud)

Waypoint

Zona Umida

Kommentarer

    You can or this trail